Health literacy – Alfabetizzazione sanitaria

Health literacy – Alfabetizzazione sanitaria 2020-03-05T22:12:20+00:00
health literacy

DONNE CHE SANNO 2020: LO SVILUPPO DELLA WELFARE COMMUNITY

 

All’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (IZSM) presso il Salone delle Conferenze in Via della salute, 2 a Portici il 21 febbraio dalle ore 9 alle 13 si dà il via ad un progetto con 80 studenti dell’Istituto “Sannino – De Cillis” di Ponticelli per stimolare i giovani a diventare agenti del cambiamento sui temi di salute formandoli con un percorso che incentiva l’utilizzo di strumenti digitali  promosso da “Fondo Mario e Paola Condorelli”

AMMALARSI DI IGNORANZA

Non solo la diseguaglianza, ma anche l’analfabetismo medico sanitario causa morti.
La capacità di capire ed usare le informazioni pertinenti per prendere decisioni relative a comportamenti di cura influenza lo stato di salute della popolazione.
Molti studi clinici dimostrano oramai un’associazione tra scarsa alfabetizzazione sanitaria ed esiti clinici negativi per il paziente, tra cui un incremento della ospedalizzazione ed una maggiore mortalità.

Donne che Sanno è un progetto promosso e realizzato dal Fondo Mario e Paola Condorelli e si pone lo scopo di contrastare la disuguaglianza di genere in ambito medico e l’analfabetismo sanitario.
Per il 2020 il progetto Donne che sanno, in collaborazione con Paidea(partner tecnologico dell’iniziativa), si propone di organizzare degli incontri di divulgazione scientifica per sensibilizzare i più giovani al tema dell’alfabetizzazione sanitaria.

Obiettivi del progetto sono:

  • formare i giovani come agenti di cambiamento, coinvolgere la comunità educante e creare sinergie inedite tra interventi sociali e sanitari;
  • sviluppare una cultura della prevenzione, attraverso l’empowerment della comunità e l’alfabetizzazione sanitaria;
  • contrastare le disuguaglianze e contribuire a creare ambienti adatti alla promozione della salute.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO COME WELFARE COMUNITY

ALTERNANZASCUOLALAVOROLa proposta è quella di formare 8 classi del liceo dell’Istituto Sannino De Cillis di Napoli, con diverso indirizzo di studio per un totale di circa 80 studenti. Il percorso multidisciplinare prevede sessioni plenarie di confronto con esperti, eventi interattivi aperti alla comunità, laboratori interclasse, lavoro autonomo e semiautonomo, consulenze a distanza ecc.

Gli 80 studenti si cimentano nel ruolo di changemakers, agenti sociali per il cambiamento nel settore della salute e della cittadinanza attiva.
In particolare progettano e aggiornano un blog multimediale (interviste, reportage, recensioni ecc.), animano il territorio, lavorano insieme, creano e sviluppano
soluzioni innovative per diffondere la cultura della prevenzione.
Il risultato misurabile del percorso formativo è la produzione di una campagna “informattiva” , fatta di diversi strumenti progettati e sviluppati dai giovani. Primo e originale esperimento di comunicazione sociale, progettata e scritta in crowdsourcing, per diffondere il “virus della salute”.

ELEMENTI CHIAVE DEL PROGETTO

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

I FORMAT INTERATTIVI UTILIZZATI NEL PROGETTO

Punteggiano il percorso formativo tre metodi interattivi: sono tre format dove i giovani sperimentano il lavoro collaborativo in risposta a sfide concrete:

  • JAM SESSION con i mattoncini lego costruzione di scenari condivisi per coinvolgere i ragazzi sul tema della salute
  • HEALTH HACKATHON maratona informatica per ideare, progettare sviluppare, nuovi strumenti, dispositivi, ausili
  • HACKREATIVITY maratona di creatività per inventare un personaggio mascotte della campagna e/o ideare spot virali

PERCORSO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

WORKSHOP – L’ANTIBIOTICORESISTENZA: IL RAPPORTO TRA UOMO E NATURA

Il 21 febbraio 2020 workshop con 80 studenti di 8 classi del socio assistenziale, odontotecnico, agrario e produzioni tessili dell’Istituto Superiore Tecnico e Professionale Sannino De Cillis di Ponticelli  su un argomento di grande sensibilità: L’antibioticoresistenza nell’uomo e nella natura.

PARTNER DELL’INIZIATIVA

 

logo mario e paola condorelli mobile

Il Fondo Mario e Paola Condorelli è una  Start up Innovativa a scopo sociale (SVIAS).

La società ha l’obiettivo di promuovere la tutela della salute, della ricerca scientifica e della sensibilità ambientale, favorisce l’istruzione, la consapevolezza e la formazione dei cittadini e sviluppa iniziative di welfare community per contribuire al benessere della collettività.

 

PAIDEA

Paidea – Campania New Steel Città della Scienza

Paidea ha l’obiettivo di occuparsi dei processi formativi e di innovarli con metodi di formazione originali ed utilizzando strumenti digitali. Dispone di un ampio catalogo di percorsi formativi all’avanguardia.

 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno

Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno    

L’Istituto opera nell”ambito del Servizio Sanitario Nazionale, in materia di igiene e sanità pubblica veterinaria e costituisce un supporto tecnico-scientifico ed operativo per lo sviluppo di azioni di polizia veterinaria, per l’attuazione di piani di profilassi, risanamento ed eradicazione di malattie di animali domestici e selvatici, per azioni di difesa sanitaria e di miglioramento delle produzioni animali e per la farmacosorveglianza veterinaria in stretta collaborazione con i Servizi Veterinari delle aziende Sanitarie Locali.

WORKSHOP ANTIBIOTICORESISTENZA